images (3)

realtor professional presentation business background

realtor professional presentation business background

ComputerIntegrationQuando si entra in un discorso in cui l’oggetto principale viene occupato dalla parola Finanza in genere introduco il mio pensiero con una semplice citazione letta non so dove e di un uomo o donna di cui non conosco nemmeno il nome: “Il denaro non riuscirà mai a ripagarci per ciò che noi facciamo per lui”. Investire denaro è una cosa, investire il tempo per capire il denaro è un’altra. Investi il tuo tempo attentamente! E’ una risorsa scarsa, non è come il denaro che va e viene, e se lo perdi è molto probabile che almeno in parte o tutto lo recupererai. Il tempo perso non torna indietro; investi su te stesso, la tua formazione finanziaria ed il tuo futuro.

La parola “Finanza” evoca tra la gente comune sensazioni varie, ma spesso poco positive se non addirittura improntate al dubbio e al sospetto. Nel pensare dell’uomo della strada della finanza rinvia all’idea del “maneggio del denaro” ed è percepita come un insieme di attività circondate da un alone di mistero svolte da aziende e persone di tutto il mondo considerate con qualche riserva mentale in quanto marcatamente orientate al profitto e non sempre caratterizzati da comportamenti corretti e trasparenti. Come descrivere la finanza in tre parole? La finanza è un insieme di tutto ciò:

  • è una Scienza in quanto fondata su un’impalcatura teorica costruita nel tempo da studiosi di matrice diversa che hanno prodotto e producono raffinata contributi di carattere concettuale ed empirico,
  • è un Mestiere in quanto svolta professionalmente da un’infinità di persone che in questo campo si specializzano, prima studiando con diversi gradi di approfondimento e poi apportando il loro contributo di lavoro con impegno e passione alimentati da un mondo che stimola al confronto e alla competizione,
  • è un’Arte in quanto difficile da approfondire a livello teorico senza bilanciare adeguatamente rigore e flessibilità, e impossibile da svolgere a livello pratico senza lasciare spazio all’inventiva e alla fantasia.

In questa logica di riferimento occorre dunque introdurre l’oggetto principe della finanza mondiale, ovvero, IL SISTEMA FINANAZIARIO. Il sistema finanziario è nient’altro che un’entità composto:

  1. dai Mercati Finanziari
  2. dagli Intermediari Finanziari
  3. dagli Strumenti Finanziari
  4. dall’Autorità di vigilanza.

Questi elementi si incontrano fra di loro nel sorgere di Rapporti di natura creditizia, rapporti di partecipazione, e rapporti aventi per oggetto i rischi.images836VBW5V

La maggior parte delle persone, quando decide l’acquisto di servizi finanziari come mutui, credito al consumo, assicurazioni e prodotti di investimento, si affida alle raccomandazioni dei broker e di altri consulenti finanziari. Ma è vero che da questi intermediari si ottiene una consulenza imparziale? Che ruolo può svolgere la regolamentazione per migliorare la situazione?. Spesso i Brokers e i consulenti della finanza mondiale ricevono commissioni dai fornitori, anche se tale regime di compensazione potrebbe compromettere la loro imparzialità. In assenza di regolamentazione, l’esito del mercato dipende dal fatto che i clienti siano o non siamo ingenui. Se i clienti credono erroneamente di ricevere consigli imparziali, i fornitori sfruttano i clienti facendo pagare prezzi elevati per i prodotti e dando alte commissioni ai consulenti. Quando i clienti diffidano degli incentivi dei consulenti e i contratti sono sufficientemente flessibili, i fornitori sono in grado di impegnarsi a non pagare incentivi non dichiarati ai consulenti, e possono farlo quando i prodotti hanno un prezzo basso. Poi i consulenti addebitano ai clienti diffidenti un’alta parcella fissa, che viene trasferita ai fornitori. Attraverso tale meccanismo, consulenti e fornitori massimizzano congiuntamente il profitto. I fornitori sfruttano i clienti “ingenui” adottando un regime di compensazione che prevede una più bassa tariffa iniziale per la consulenza e un prezzo finale più elevato.

A voler essere ironici molti sanno che in finanza spesso si adoperano parole strategiche volte a nascondere o mimetizzare il nostro obiettivo. Nella circostanza nella bocca degli appassionati di borsa si potrebbe sentire: Toro, Orso, Elefante, Volpe. Non a voler costruire una giungla ma potrebbe essere redditizio conoscere il loro significato.

TORO: Mercato Rialzista—Approccio positivo. L’origine del termine  “Bull” per indicare una fase rialzista andrebbe cercata nella prima Borsa organizzata, in Olanda, in relazione ai monosillabi con cui si accordavano i compratori, simili ai muggiti di una stallauntitled (23).

ORSO: Mercato Ribassista—Approccio Negativo. L’origine del termine “Orso” deriva invece più semplicemente dal classico detto “Non vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso“: infatti nelle vendite allo scoperto si vende il titolo, metaforicamente la pelle dell’orso, prima di averlo acquistato. 

ELEFANTE: Scomoda l’elefante per la sua memoria.

VOLPE: Alcune volte si opera con gli occhi di bronzo. Prevale la Furbizia e l’avidità.

Per concludere questa mera e semplice parentesi sulla finanza mondiale: KNOWLEDGE AND PROFESSIONAL TRAINING IS THE KEY TO SUCCESS.